Iscriviti al sito Pro Loco Arbus e scegli le news da ricevere direttamente via e-mail

Seguici sui social: Seguici su Facebook   Seguici su Twitter   Seguici su Google+

Edifici storici

Forum: 

Il fascino di certi vecchi edifici del mio paese

Passeggiando per le vie del mio paese, mi capita ancora di imbattermi in edifici, più o meno antichi, che accendono la mia fantasia e parlano l'affascinante linguaggio della storia.

C'è una casa, in particolare, che ha sempre calamitato le mie attenzioni e rapito il mio sguardo; è una vecchia dimora sita in via Mentana, che nelle mie fantasie di bambino apparentavo ad un vecchio maniero, uno di quei castelli austeri e fascinosi, un edificio che ha l'aria di esserci sempre stato e che muto accompagna il succedersi delle generazioni. Non conosco la sua storia, e non conoscendola ho sempre fatto correre la fantasia, facendone oggetto di elucubrazioni più o meno letterarie.

E' una casa che si distingue da tutte le altre per la sua imponente architettura, un edificio che potrebbe essere sorto nell'ottocento e che si trova in pieno centro storico ad Arbus, in quelle viuzze che ci parlano di storie antiche, storie che fanno arrivare la loro voce attraverso i libri, o più spesso per il tramite di una suggestione. La grandezza dell'edificio, e il suo stile architettonico insolito, parlano di un antico e sobrio benessere; la casa di uno di quelli che un tempo si chiamavano maggiorenti o notabili del paese.

Dopo i sogni e i voli pindarici di quando ero bambino, più tardi trovai eco di questa suggestione in diverse letture; cosi leggendo Edgar Allan Poe, mi innamorai subito del suo racconto " La caduta della casa degli Usher, e per me la casa degli Usher, inevitabilmente, era il vecchio edificio di via Mentana, che un po' per volta, e solo nella mia fantasia, andava in rovina, ma continuava ad esercitare un fascino incoercibile. Ritrovai la vecchia casa persino in certe pagine di Satta, giurista e scrittore isolano, laddove mirabilmente descrive la ricchezza e le abitazioni di certi notai o farmacisti della vecchia Nuoro, una città che non esiste più, ma che i suoi romanzi hanno eternato.

Passando davanti a quella casa ho sempre pensato ad un uomo anziano, un uomo colto e immerso nella lettura di vecchie e polverose carte; ho sempre fantasticato una grande biblioteca con libri rari e preziosi o una cantina con vini invecchiati da portare a tavola nelle occasioni importanti. Sognavo atti di compravendita, dotti studi e sagge espressioni aforismatiche. Questa casa mi faceva pensare ad una ricchezza bene amministrata, solida, e alla saggezza di una generazione di arburesi che hanno fatto grande il loro paese.

Più pedestremente, per gli amanti della graphic novel, la casa di via Mentana, absit iniuria verbis, farebbe pensare ad una sorta di Casa degli Addams, con quei finestroni misteriosi e la sua bizzarra architettura.

Ho rimirato questo edificio in tutte le condizioni di luce; sotto il sole cocente dell'estate o in certe fredde e ombrose serate d'autunno, quando una vaga malinconia sembra avvolgere le cose e le persone; mi sono fermato ad osservarla durante le ore del giorno o in certe notti di luna piena; sempre e comunque richiamava i miei sguardi. Questa casa fa pensare ad un lume che si spegne dopo una giornata di lavoro, ad un ombra che attraversa le sue finestre come un compendio di storia. Il suo giardino, e le sue rose mi fanno pensare ai profumi della mia infanzia e alle mani carezzevoli di vecchi giardinieri in pensione. Immagino le sue ampie stanze rischiarate da un bel fuoco, le sue voci risuonare per le scale e la sua grande immota quiete. Chissà quante gioie e quanti grandi e privati dolori.

Ho sempre amato questa casa e ho sempre detto " se divento milionario l'acquisto". Non avendo i soldi per comprarla, oggi né ho scritto, sperando che chi conosce la sua vera storia possa un giorno raccontarmela.

William Collu

Willy, non ci crederai ma anche io sin da bambino sono rimasto affascinato dalla stessa casa, proprio per la sua architettura particolare... quante storie ci ho cucito sopra, cose che solo la fantasia di noi bambini poteva concepire. Mi ha fatto piacere ricordarlo e ti ringrazio

By admin

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Elementi HTML permessi: <p> <div> <b> <i> <table> <tbody> <tr> <td> <th> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <h1> <h2> <h3> <h4>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
To prevent automated spam submissions leave this field empty.
CAPTCHA
Reinserisci il codice per verificare che sia un umano e non un programma
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.