La spiaggia e le dune di Piscinas (Costa Verde)

L'area di Piscinas e del suo sistema dunale ricade nell'area SIC di Monte Arcuentu e Rio Piscinas. Le dune di Piscinas si estendono per oltre 2km nell'entroterra e superano i 50 metri d'altezza dando vita ad un vero e proprio deserto in Italia.

Lo spettacolo delle dune di Piscinas non è dato solo da queste ma anche dalle tipicità, flora e fauna, che le abitano. Nell'area di Piscinas è facile imbattersi nel Cervo Sardo (Cervus Elaphus Corsicanus) il cui 10% della popolazione mondiale risiede nell'arburese. Passeggiando fra le dune di Piscinas sarà facile poi imbattersi in tipicità floreali quali cespugli di sparto pungente, carota spinosa, giglio di mare, ginepri e vecchi olivastri che diventano dei piccoli boschetti.

Nell'area di Piscinas è evidente la testimonianza dell'attività estrattiva che ha caratterizzato l'economia locale fino ai primi anni 80. Caratteristico è il fiume rosso del Rio Irvi e poi del Rio Piscinas che, dalle acque provenienti dal pozzo Fais della miniera Casargiu, s'interrompe a pochi passi dal mare, poco oltre la diga che un tempo lo rendeva utile al trasporto dei minerali. Lo stesso Hotel Le Dune che sorge sulla stupenda spiaggia di Piscinas nasce sui resti della colonia Marina della miniera di Gennamari-Ingurtosu.

La sabbia di Piscinas è bianca e finissima sulle dune mentre assume un colore dorato avvicinandosi al mare.

L'area di Piscinas è il punto di arrivo di 2 dei 3 sentieri CAI dell'Arburese, il 190, che parte da Arbus, ed il 191 da Montevecchio. Durante la stagione invernale la spiaggia di Piscinas è frequentata dai Surfisti che approfittano delle giornate di maestrale per cavalcare le alte onde che questo tratto di mare regala col vento forte.

Altra tipicità faunistica di rilievo, purtroppo difficilissima da vedere, è la tartaruga Caretta Caretta che nel mese di giugno depone le uova lungo la sconfinata spiaggia di Piscinas.