Economia dell'Arburese

Leggendo il Vaquer si apprende, senza particolare stupore, come l'economia locale si basasse sull'agropastorizia, con l'allevamento di specie locali caratteristiche come la "pecora nera Arburese". Le nostre radici non sono andate perdute ed ancora oggi, a centinaia di anni di distanza, aziende agricole locali portano avanti questa tradizione senza però trascurare i benefici che un mix tra questa e la tecnologia può portare. Fra le eccellenze locali del settore abbiamo l'azienda agricola Funtanazza, punto di riferimento nel settore, che porta spesso alla ribalta il nome del nostro paese per i suoi prodotti sani e genuini.

Da fine '800 in poi, grande risalto ha assunto l'industria mineraria che ha visto a nascere Montevecchio la principale azienda mineraria d'Italia. Un'azienda tanto importante è stata motivo negli anni di visite di capi di governo: i più anziani ricordano ancora quando Mussolini venne a Montevecchio. A testimonianza della ricchezza di minerale nel territorio rimangono i villaggi minerari, alcuni ancora abitati altri poco più che ruderi. Di particolare bellezza Ingurtosu, la porta verso la splendida spiaggia di Piscinas.

Dopo la chiusura delle miniere la comunità arburese soffre una profonda crisi di cui ancora oggi si vedono i segni evidenti, causando disagio sociale per via dell'alto tasso di disoccupazione locale. Per reagire a questa crisi, forti di quasi 50 km di costa, la comunità arburese spera ed investe nel turismo, offrendo stupende spiagge incontaminate ma anche una natura selvaggia capace di affascinare i più scettici. Oltre il mare sono celebri le dune di Piscinas, che si estendono per oltre 5 Km dalla costa raggiungendo altezze superiori ai 50 m: un vero e proprio deserto in Sardegna.

Oltre al turismo e le aziende agricole, celebre ad Arbus è l'arte del coltello, con artigiani locali che si distinguono nel settore portando ad Arbus anche un guinnes con il coltello più pesante del mondo realizzato da Paolo Pusceddu de "L'Arburesa". Sempre Paolo Pusceddu cura il "Museo del coltello" dove è possibile vedere alcune opere e le tecniche di realizzazione artigianale delle tipiche "arresojas" sarde.

Sebbene non in gran numero, esistono anche altre piccole realtà imprenditoriali locali che provano a svilupparsi nel settore della tecnologia: è questo il caso di "Roberto Musa - Sviluppo Web e Consulenze Informatiche" e di "STERI SISTEMI-Tecnologie elettriche ed elettroniche".